AD-BLOCK
ULTIME NEWS

pubblicazioni

TOTAL 16

Memotac Giugno - Luglio 2014

Pubblicato il 06/01/2014

I lavoratori “fantasma” 
ci costano oltre 4.000.000 di euro annui

Vergogna! Come la storia ci insegna c’è sempre un tempo in cui le verità trovano conferma e le menzogne vengono a galla. È di questi giorni una pubblica denuncia da parte della stessa Federcasse del costo, per il nostro sistema, dei 1.200 pseudosindacalisti che, con il loro peregrinare vacanziero, ci costano oltre quattro milioni di euro all’anno!!! Oltre al costo di chi viene chiamato a sostituirli!!! E quando, tronfi della loro difesa dei lavoratori (!!), dichiarano giorni di sciopero, loro di contro non hanno alcuna trattenuta ed, anzi, godono anche degli annessi e connessi. E non è tutto, perché ai Colleghi che lavorano con dedizione e professionalità vanno a chiedere e a rubare anche il contributo delle iscrizioni, millantando obiettivi e risultati che sanno, già da ora, non raggiungibili mentre l’unico risultato in sede di rinnovo contrattuale auspicabile è proprio quello di spalmare i quattro milioni di euro, oggi a carico delle Aziende, a favore dei lavoratori. È una vergogna di Stato che noi abbiamo denunciato da quasi dieci anni e che, se fossimo stati ascoltati, non avrebbe permesso di depauperare i Colleghi di quasi quaranta milioni di euro. Oggi gli unici conti che questi signori fannulloni sono costretti a fare sono quelli di trovare soluzioni ad esodi forzati i cui costi sono sempre a carico di quelle Aziende alle quali hanno succhiato come sanguisughe indebiti personali guadagni. E non ritorniamo, se non per un breve cenno, sul vergognoso comportamento avuto da tutte le sigle sindacali nell’avversare il Sinadi che è riuscito, con una regolamentazione contrattuale fatta alla luce del sole e non con ritorni personali, ad inquadrare numerosissimi Colleghi con una retribuzione proporzionata al loro impegno professionale. Tra qualche giorno finirà questo indegno procedere di chi strumentalizza le necessità e le giuste aspettative dei lavoratori. Saremo, infatti, interlocutori ufficiali nei Contratti con Federcasse e avranno tutti modo di sapere ciò che accade e non solo quello che viene portato all’esterno per convenienza con messaggi tesi solo a mistificare la realtà disinformando, oltre che i lavoratori, anche le Aziende. Bene fa Federcasse ad aver messo finalmente le carte in tavola affinchè tutti possano verificare e giudicare. Vedremo se hanno il coraggio di chiedere ai lavoratori giorni di sciopero e di protesta ben sapendo che ad essi verrà detratto il costo dello sciopero senza alcun ritorno, mentre a loro continuerà tranquillamente ad essere corrisposta la retribuzione diretta ed indiretta. Questi sono i reali motivi per i quali avversano il nostro Sindacato che vive di solidarietà e di massima trasparenza, purtroppo solo oggi riconosciute, dopo quasi venti anni di inciuci e di falsità e di appropriazioni indebite, come quelle avvenute per il Fondo Pensione Nazionale e la Cassa Mutua. Cari Colleghi, siete informati ed avete libertà di coscienza e di scelta, ma dovete conoscere la verità. Noi siamo pronti a qualsiasi confronto documentale con chi millanta passato, presente e futuro.


Scarica file