AD-BLOCK
ULTIME NEWS

pubblicazioni

TOTAL 16

Memotac Maggio 2010

Pubblicato il 05/01/2010

La politica dei posti... e delle remunerazioni!!

Mentre siamo destinatari di diuturne e martellanti voci allarmistiche sul nostro presente e sul futuro, mentre con sfacciata beatitudine gli organismi cosiddetti tutori dei lavoratori si appiattiscono sempre più ai desiderata dei padroni dei nostri destini, nel nostro piccolo mondo del credito cooperativo ci si adopera pavoneggiandosi da grandi. Chi dovrebbe occuparsi di casa nostra si atteggia a pendolo dei destini delle grandi banche, distribuisce incarichi secondo equilibri e strategia propri, profonde ed avalla retribuzioni per amministratori centrali e locali da manager d’altri tempi. Pensate che un presidente prende mediamente dai 120-130 mila euro più fringe benefits!!! Altri molto di più e pochi, veri cooperatori poco meno. Altro che crisi: la Dirigenza che lavora è messa sotto ghigliottina e quella seria e competente viene alternata con quella servile e malleabile. E così alla crisi generale si sta progettando quella di settore... Gestioni commissariali a pioggia e altre nascoste sotto la cenere dei compromessi. E le pene pecuniarie della mala gestio vengono coperte da comode assicurazioni a spese della Banca o attraverso gettoni di presenza. Coraggio vecchi e onesti Cooperatori, abbandonate, finchè in tempo, l’egoistica coltivazione del Vostro pulito orticello e venite ad occuparVi anche della Cooperazione di tutti, di quella lacerata da “banchieri” improvvisati ed improvvidi. Cominciate con il ricordare che gli Amministratori della vera Cooperazione operavano per la Bandiera e non per i lauti compensi di oggi, peraltro … esentasse. Così, forse, potremmo augurarci un diverso futuro. Altrimenti si continua a dare campo a chi, lungimirante, vede già finire nel coacervo delle grandi banche anche le nostre pionieristiche istituzioni. Con buona pace della Cooperazione... di debito.



Scarica file